MOBILI VINTAGE ANNI ‘50

Mobili vintage anni ’50, le caratteristiche principali

I mobili vintage anni ’50 hanno forme modelli che si discostano dal decennio precedente  perché acquisiscono forme semplici.
I mobili vintage anni ’50  acquisiscono linee semplici e il design si fa bombato con angoli arrotondati dandogli quell’aspetto che diventerà tipico di tutti gli anni ’50.
I mobili vintage anni ’50  si basano su due principi, la prima è la sobrietà e la seconda la sua funzionalità che permette di avere un ambiente ordinato.
Foto tratta da http://www.acasadilili.com
Comodino vintage
L’ordine all’interno della casa è uno delle caratteristiche degli anni’50 per questo si diffondo mobili, come credenze o vetrine che permettono di mettere in bella mostra i vostri oggetti e al contempo metterli in ordine.
Agli inizi degli anni ’50 compare la credenza Bahut ideata da Jean Prouvé. Questa credenza è realizzata in metallo (acciaio e alluminio) abbellite con laccatura in tinta bianca, ideale per arredare il salotto e la cucina.
Nel 1954 compare una nuova credenza commercializzata dal marchio Svenskt Tenn. Questa credenza, a differenza di quella precedente, è realizzata in legno di mogano con giunti in metallo, come ottone.
foto tratta da http://www.architonic.com
Credenza Bahut

I colori della credenza Svenskt Tenn, la parte superiore è laccata in bianco oppure in tinte pastello come verde o rosso, mentre nella parte inferiore è lasciata la naturale lasciando in bella mostra le venature del legno.
Questi mobili di design faranno diffondere nelle case la bellezza di mobili dalle tinte pastello capaci di rallegrare l’ambiente in seguito saranno introdotti mobili cromati dalle loro superfici lucide e brillanti che vengono applicati generalmente per tavolini e tavoli e per i piccoli mobili.